Home > Notiziario > 3 marzo 2010
con contrasto | senza css | A | a | 

3 marzo 2010

Incontri progetto "Assistenza personale per la Vita Indipendente"

Come potete vedere dall'allegato stiamo facendo in Veneto quel che nessun altro ha mai pensato di fare. Se la cosa va in porto, e i primi contatti con le ULSS fanno ben sperare, verranno organizzati 7 incontri, uno per ogni provincia del Veneto, con tutti gli operatori delle ULSS (e dei comuni) sul problema dell'assistenza personale autogestita, con particolare riferimento ai progetti di Vita Indipendente e di sostegno all'autonomia personale. Ci proponiamo di dare una forte spinta alla domiciliarità e all'assistenza autogestita e di coinvolgere tutti i soggetti che sul territorio sono determinanti per la realizzazione delle politiche sociali. Il confronto diretto con le/gli assistenti sociali, i responsabili di settore e i dirigenti dei servizi è fondamentale per il raggiungimento degli obbiettivi che ci proponiamo.
L'esperienza che abbiamo accumulato in questi anni ci permette di individuare i limiti, le criticità, gli aspetti positivi e le potenzialità di un sistema che ha bisogno di ripensarsi e riorganizzarsi sotto ogni punto di vista e di mettere realmente al centro la persona e i suo diritti sociali costituzionali. Lo ripetiamo: siamo titolari di diritti che devono essere riconosciuti nella vita di ogni giorno; vogliamo essere gli artefici della nostra vita e vogliamo decidere le modalità e l'organizzazione della nostra assistenza. Vogliamo pari opportunità; la possibilità cioè di vivere come chiunque altro, consapevolmente. Da qui la necessità di contaminare quel mondo che vive e gira intorno alle nostre persone e che di noi "si deve occupare".
Con la UILDM di Venezia responsabile e capofila della conduzione del progetto finanziato dalla regione Veneto ci proponiamo di dare ulteriore slancio alla battaglia per l'affermazione del diritto all'assistenza personale per la Vita Indipendente per tutte le persone con disabilità.
All'ordine del giorno di tali incontri ci saranno i contenuti sopra esposti e specificatamente i regolamenti relativi all'attuazione dei progetti di Vita Indipendente e di sostegno all'autonomia personale. Alle ULSS chiediamo l'uniformità dei comportamenti e dei regolamenti e la  semplificazione degli adempimenti (anticipazioni, domande, ISEE, rendicontazioni, graduatorie ecc.).  E' assolutamente necessario far corrispondere il finanziamento all'effettivo fabbisogno riscontrato sul territorio.
Stiamo anche preparando un libretto sulla vita indipendente e sui risultati raggiunti in Veneto.  In un capitolo del libro riporteremo opinioni ed esperienze di chi ha sposato e praticato, in prima persona,  la filosofia della vita Indipendente. Se volete collaborare potete inviare – improrogabilmente  entro una settimana – un vostro contributo. Verranno scelte le testimonianze più significative e vedremo come sviluppare l'argomento.  Ecco indicativamente un canovaccio da ampliare secondo la vostra esperienza: "chi vi aiutava prima -  cosa è cambiato - che obiettivi avevate - a che punto siete arrivati - lati negativi e positivi - come avete trovato gli assistenti, ecc."
Inviate a Rossano Besazza:  rosbess@libero.it
Raccomandazione: vi abbiamo spedito i moduli per la raccolta di firme a sostegno della proposta di legge sull'assistenza autogestita, è un'occasione per darsi da fare dappertutto, da soli e in compagnia, nei bar, nelle parrocchie, ai mercati e anche alle manifestazioni elettorali, visto che siamo in campagna elettorale. Contaminate chi vi sta intorno e date libero spazio alla vostra fantasia.
 
un caro saluto
Flavio

ALLEGATO:

Ai Direttori dei Servizi sociali delle aziende ULSS del Veneto
loro sedi

Oggetto: progetto “assistenza personale per la Vita indipendente”

La Giunta Regionale del Veneto con provvedimento 1378 del 12/05/2009 ha approvato il progetto “Assistenza personale per la Vita Indipendente” affidandone la realizzazione alla scrivente associazione. Nell'ambito di tale progetto, alla cui realizzazione concorrono le associazioni  Movimento Handicap,  Progetto Gulliver e il "Movimento veneto per la Vita indipendente",  sono stati programmati 7 incontri, uno per ogni Provincia,  rivolti agli operatori che si occupano dei progetti di assistenza per la Vita Indipendente e per il sostegno all'autonomia personale, a gestione indiretta.
Con la presente, chiediamo alle direzioni dei servizi sociali di favorire la partecipazione agli incontri di tutto il Servizio Sociale Professionale interessato, del personale amministrativo responsabile dei progetti di Vita Indipendente, degli operatori degli sportelli unici integrati e di tutti i punti di informazione.
Durante tali incontri saranno illustrati da persone con disabilità i principi fondamentali del movimento per la Vita Indipendente, le peculiarità dell’assistenza personale indiretta rispetto ai servizi tradizionali, il suo sviluppo in altri paesi della Comunità Europea, le sue caratteristiche innovative e l'importanza di un servizio di Consulenza alla Pari. Si parlerà inoltre degli aspetti positivi, delle criticità emerse in questi anni e delle linee guida (DGR 3279 del 22/10/2004 e successive modifiche).
Alle direzioni dei servizi sociali delle aziende ULSS in indirizzo chiediamo di convocare per loro tramite i partecipanti e di individuare e rendere disponibile un  unico luogo d’incontro, idoneo e accessibile alle carrozzine, presso una delle proprie sedi, in data compresa tra il 1° marzo e il 31 maggio (e possibilmente in un orario compreso tra le 11 e le 17). Sarebbe infatti nostra intenzione dare vita ad un successivo momento d’incontro e di Consulenza alla Pari con le persone con disabilità disponibili ed interessate all’argomento.
Certa della collaborazione, ringrazio per  l’attenzione.
Cordialmente
         
La coordinatrice del progetto
Elisabetta Gasparini

Venezia 13 febbraio 2010